IL PENSIERO RELIGIOSO – Storie di chi non sa di Sé

Marzo 7, 2021 Off di analista

 

Che cos’è il pensiero religioso? In che ambiti si pone la fede? È necessario credere in qualcosa? Come so se lo è? E come so di credere? Posso smettere di credere? Che succede se smetto di credere in qualunque cosa? Cosa faccio quando mi interrogo su queste questioni? A quali condizioni accolgo la risposta?
Un libro assolutamente vietato ai credenti: credere è smettere di interrogarsi.
Il credente non cerca più, ha già trovato tutto, dice.
Tutto ciò che cerca, è il modo di rendere sostenibile ciò che dice di aver trovato.

Il pensiero religioso non riguarda soltanto il culto di una dottrina religiosa, esso va ben oltre e si costituisce attraverso una struttura di pensiero ben precisa e individuabile ciascuna volta che si affermano le cose in un determinato modo.
L’intento di questo libro è mettere il lettore al corrente delle condizioni di esistenza del pensiero religioso e dei procedimenti che lo fanno funzionare, offrendo un’illustrazione molto più esauriente e precisa rispetto alle argomentazioni fornite dalla religione stessa, le quali risultano piuttosto insoddisfacenti anche soltanto per spiegare a quali condizioni è possibile credere.

Un libro che affronta le aporie e le contraddizioni con cui il pensiero, da quando gli umani parlano, ha a che fare, mostrando che non c’è assolutamente altra via per risolverle, che smettere definitivamente di credere, indicando anche ovviamente come. In questo senso, l’Analista della parola non si pone propriamente come una persona, ma come un percorso verso una maggior consapevolezza di sé e una più ampia padronanza del proprio pensiero, senza più alcuna necessità di qualcos’altro su cui appoggiarlo.

In fondo, la “spiritualità” non è forse la ricerca interiore, personale e continua di ogni individuo, quella che ciascuno può intraprendere esclusivamente attraverso il dialogo con il sé, proprio perché diretta verso la conoscenza di quel sé?

Un libro per non credenti, o per chi crede di non esserlo.
Un libro per chi vuole smettere di credere e per chi ancora non ha scelto se credere, o meno.

CONTINUA A LEGGERE L’INTRODUZIONE